Header Image
Home | 5 motivi per frequentare la Summer School in Cooperazione allo sviluppo

5 motivi per frequentare la Summer School in Cooperazione allo sviluppo

Come si inizia una carriera nella cooperazione internazionale? Quali sono le conoscenze che bisogna maturare per ottenere un’ottima formazione? La Summer School in Cooperazione allo sviluppo, che avrà luogo dall’8 al 19 luglio 2019 a Bruxelles, mette a disposizione dei nostri partecipanti tutti gli strumenti necessari per conoscere in maniera attiva i progetti di cooperazione internazionale banditi dall’Unione europea. Da diversi anni la Camera di commercio Belgo-Italiana è impegnata con un progetto di supporto ai dialoghi di pace e allo sviluppo del tessuto imprenditoriale in Medio-Oriente. Da questa progetto è nata l’idea di fornire, attraverso un corso di alto livello, tutti gli strumenti necessari per il proprio sviluppo professionale. Scopriamo insieme cinque motivi per iscriversi alla Summer School in Cooperazione allo Sviluppo.

1-Apprendere il sistema dei finanziamenti europei.

La cooperazione allo sviluppo è un settore ancora in crescita. Secondo i dati forniti dalla Commissione europea, i finanziamenti europei per la cooperazione estera verranno aumentati di 30 punti percentuali. Diventa pertanto fondamentale apprendere le modalità per ottenere questi finanziamenti e le tecniche per la gestione coordinata di progetti di successo. Con la Summer School in cooperazione allo sviluppo, non saranno solo analizzati i programmi e i bandi europei, ma si approfondiranno le metodologie per  corretta  redazione di progetti di qualità.

 2-Conoscere al meglio la cooperazione internazionale.

L’Unione europea si è sempre distinta nel campo della cooperazione allo sviluppo, grazie alla quale ha contribuito a promuovere la democrazia, lo sviluppo sostenibile e lo stato di diritto. La Summer School in Cooperazione allo sviluppo mira ad ampliare le conoscenze dei partecipanti sugli obiettivi e sulle modalità per una cooperazione internazionale efficace, grazie a un corpo docenti variegato, funzionari delle Istituzioni europee, esperti in diritti umani, europrogettisti e policy influencer.

3-Diventa un figura professionale di alto profilo

Grazie alla Summer School in Cooperazione allo sviluppo si potranno acquisire competenze di Project management e gestione dei fondi europei. Utilizzando la metodologia didattica del learning by doing, si alterneranno lezioni a esercitazioni pratiche, coniugando lavoro e apprendimento e acquisendo le competenze giuste per diventare un professionista nella redazione e gestione di progetti europei con Paesi terzi. Attraverso inoltre il Job Link Module saranno forniti ai partecipanti consigli pratici personalizzati per costruire la loro carriera nella cooperazione internazionale.

4-Stage in Argentina e a Bruxelles

La Camera di Commercio Belgo-Italiana premia il merito! Durante l’edizione La Summer School in cooperazione allo sviluppo verranno assegnate due borse di studio per tirocinio per permettere ai due studenti più meritevoli di vivere a pieno contatto con il mondo della cooperazione internazionale. Gli studenti selezionati potranno mettere in pratica le competenze acquisite e misurarsi con un ambiente multiculturale in Argentina con la Cámara de Comercio Italiana de Rosario e a Bruxelles con Particip GmbH.

5-Vivi a Bruxelles! Vivi il contesto europeo!

Bruxelles non è solo waffles, birra e cioccolata. Giornalisticamente considerata la capitale dell’Unione europea, all’interno del suo territorio racchiude diverse culture ed etnie. Da molti anni è annoverata fra le città più multiculturali d’Europa e, senza dubbio, il luogo migliore per vivere a pieno contatto con le Istituzioni europee. Esplorando il quartiere europeo si può conoscere la storia e il futuro del Vecchio continente, mentre quartieri come Schaerbeek o Ixelles offrono la possibilità di conoscere  culture e abitudini non tipicamente europee.

Non sei ancora convinto? Scopri di più su http://masterdesk.eu/cooperazione-allo-sviluppo/

Top