Home | Accordo UE su bilancio 2020: focus su clima e giovani

Accordo UE su bilancio 2020: focus su clima e giovani

Commissione, Consiglio e Parlamento hanno raggiunto un accordo sul bilancio dell’Unione europea per il 2020. “L’Intesa consentirà all’Unione di concentrare le sue risorse sulle priorità che contano per i cittadini: cambiamenti climatici, occupazione, giovani, sicurezza e solidarietà nell’UE”, scrive la Commissione europea.

Il bilancio per l’anno a venire, che sarà il settimo ed ultimo esercizio nel quadro dell’attuale ciclo di bilancio a lungo termine per il periodo 2014-2020, preparerà inoltre la transizione verso quello successivo.

Il nuovo bilancio prevede impegni totali per 168,7 miliardi pari a un aumento dell’1,5% rispetto al bilancio 2019. La somma stanziata è stata calcolata al netto della Brexit, e cioè sulla condizione (ormai scontata) che il Regno Unito continui a finanziare e ad attuare il bilancio 2020.

Gran parte dei nuovi investimenti andranno a supporto della tutela del clima e a sostegno dell’occupazione giovanile, ma aumentano anche gli sforzi per infrastrutture e ricerca.

Tra gli elementi principali del bilancio figurano dunque i seguenti:

  • il 21% del bilancio complessivo sarà destinato a misure volte ad affrontare i cambiamenti climatici. Il programma LIFE per l’ambiente e l’azione per il clima, ad esempio, riceverà 589,6 milioni (+5,6% rispetto al 2019). Hrizon2020, che tradizionalmente apporta un contributo sostanziale al conseguimento degli obiettivi climatici, otterrà un importo pari a 13,49 miliardi (+8,8% rispetto al 2019).
  • 255 milioni saranno destinati a incentivi alle imprese europee affinché collaborino per sviluppare prodotti e tecnologie della difesa nel quadro del programma europeo di sviluppo del settore industriale della difesa;
  • i giovani beneficeranno di una serie di programmi: 2,89 miliardi di euro saranno destinati all’istruzione tramite Erasmus+ (+3,6% rispetto al 2019), mentre il Corpo europeo di solidarietà offrirà opportunità di volontariato o lavoro nell’ambito di progetti nel proprio paese o all’estero grazie a uno stanziamento di 166,1 milioni (+15,9% rispetto al 2019);
  • La sicurezza e la gestione della migrazione continueranno a ricevere un sostegno. Ad esempio, 2,36 miliardi confluiranno nel Fondo Asilo, migrazione e integrazione, nel Fondo sicurezza interna e nelle agenzie che operano in questo settore [Europol, Agenzia europea della guardia di frontiera e costiera (Frontex), EASO, eu-LISA].

Günther H. Oettinger, Commissario europeo per il Bilancio e le risorse umane, ha dichiarato: “Il bilancio dell’UE per il 2020 contribuirà a creare posti di lavoro, ad affrontare i cambiamenti climatici e a mobilitare investimenti in tutta Europa. Investirà nei giovani e in un’Europa più sicura. Tutte queste priorità si riflettono anche nella proposta della Commissione per il bilancio a lungo termine dell’UE oltre il 2020. Ora dobbiamo concentrarci sull’adozione tempestiva del prossimo bilancio a lungo termine, in modo da poter offrire certezza e stabilità ai nostri beneficiari e continuare a creare un valore aggiunto dell’UE per tutti.”

Top